advent-calendar-1236036_1920-1
Fai da te, Lavoretti con i bambini

Una caccia al tesoro per costruire il nostro calendario dell’avvento

Sembra ieri che stavamo preparando gli addobbi per Halloween eppure questa settimana si entra ufficialmente nel mese di Dicembre e con esso in quello delle decorazioni, regali, tombole e tante cose tutte in spirito natalizio.
Il calendario dell’avvento è una usanza che è entrata nella nostra famiglia non da molto tempo. Quando ero piccola non avevamo questa abitudine. La mia era una famiglia molto più tradizionalista, quindi c’era l’8 Dicembre che era il giorno dedicato ad addobbare l’albero e il Presepe.
Da quando invece abbiamo iniziato a realizzare anche il calendario, i preparativi iniziano prima. Ed eccomi anche quest’anno a cercare di creare qualcosa di particolare.
Avendo figli piccoli ovviamente il mio pensiero va a loro e a fare qualcosa di divertente.
Ho iniziato quindi da un brainstorming, pensando a quali sono le cose che più piacciono soprattutto al primogenito.
E in ordine sparso direi che ama: la caccia al tesoro e le sorprese in generale, le storie e i libri, la musica, disegnare, fare dei piccoli lavoretti a mano, le costruzioni, i puzzle.
E ho pensato ad un modo per riunire tutti questi suoi interessi nel calendario.
L’idea che ho avuto è quella di preparare dei piccoli contenitori tutti diversi, numerarli e posizionarli sul piano della console che abbiamo nell’ingresso. E fin qui niente di particolarmente diverso. Ma avendo scelto di non regalare dolcetti, bensì giochi o preparati per attività da realizzare insieme e quindi in alcuni casi un po’ “ingombranti”, ho pensato di usare il sistema della caccia al tesoro. I pacchettini in alcuni casi potranno quindi contenere dei bigliettini con un enigma da risolvere che condurrà a trovare il vero regalo.
Forse stravolge un po’ l’idea classica di calendario dell’avvento, ma diventa un gioco che so piacere molto a mio figlio.
L’unica accortezza che dovrò avere è di “nascondere” l’elemento da trovare solo qualche minuto prima del momento in cui apriremo la scatolina, per non rischiare di rovinare l’effetto sorpresa.
Come contenitori per i regalini quotidiani ho scelto alcune forme che ho ripetuto più volte all’interno del mese:
calendario dell'avvento
E come contenuto mi sono ispirata in parte anche alle mille idee che si trovano in rete arrivando alla seguente selezione:
  • Per il primo giorno del Calendario ho scelto di far trovare l’occorrente per scrivere una letterina a Babbo Natale.
    E tra le tante suggerite in rete ho scelto quella di Burabacio. Divertente e da colorare!
    Troppo grande da inserire nel contenitore Babbo Natale dove ho quindi inserito il primo indizio.
Una bella letterina scriver dovrai
Se Babbo Natale invitar vorrai
Con penne, matite e pennelli
i tuoi disegni appaion più belli
Trova la sopresa tra i giochi
ma cerca bene, perché non sono affatto pochi!
 
Per i giorni seguenti ho inserito nei vari contenitori:
  • Le storie della raccolta “Betta la barchetta, quattro storie“, scritto da Silvano Martina.
    Le ho copiate su carta e inserite una ad una in quattro contenitori diversi.
    Il giorno di Natale troverà il “libro vero”  sotto l’albero.
  • Quattro canzoni di Natale dall’album “Rudolph the Rednosed Reindeer” che anche in questo caso ho fornito con indizio. Trattasi infatti di MP3 da riprodurre su dispositivo digitale.
    Quindi necessitano dell’aiuto di mamma e papà.
Ti piace ballare? Ti piace cantare?
Fatti aiutare, chiama i tuoi amici e insieme potrete ballare!
  • Un set di carta, cartoncino e tutto il necessario per costruire dei bigliettini di auguri per gli amici
  • Un set di piccole matite per colorare un disegno
  • Un piccolo pupazzo di neve realizzato con un calzino bianco e un po’ di cotone da imbottitura (da qui ho preso l’idea, che poi ho realizzato con il cotone al posto del riso)
  • Una foto stampata su cartoncino con cui ritagliare un puzzle
  • Un paio di rotolini washi tape per vari utilizzi
  • Un segnalibro
  • Una stella da appendere all’albero
  • Formine per biscotti e ricetta per fare insieme i gingerbread
  • Un paio di dadi con cui inventare un gioco
  • Una dozzina di mollette per i panni smontate da usare come costruzioni
  • Un alberello di Natale da appendere all’albero
  • Un piccolo tamburello costruito a mano
  • Dei piccoli sonaglini per fare musica
  • Una nappina costruita con la lana da appendere all’albero
  • E per la notte di Natale un bel paio di calzini rossi fatti a mano da indossare
Il materiale utilizzato è tutto di riciclo, dalle anime dei rotoli della carta igienica, a pezzi di stoffa rimasti qua e là, a un calzino spaiato e poi carta, cartoncino, forbici, colla e nastro adesivo.
Pochi ingredienti e tanta fantasia!
Buone decorazioni Natalizie
 
illustration_xmas-01-1-1
Questo articolo partecipa al contest di Natale All about Christmas del blog La bella Tartaruga
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

About Author

Federica

Sono Federica e nel blog mi occupo di tematiche per bambini, ma soprattutto propongo modalità di interazione con i più piccoli attraverso la lettura.
Amo i libri e tutti i mondi lì racchiusi. Dentro le loro pagine trovo soluzioni e idee quasi per tutto.
Co-fondatrice e coordinatrice di un book club (https://www.facebook.com/illumilibro/) che si riunisce da ben 9 anni, sono mamma di un bambino di 5 anni e uno di poco più di un anno.
La mia libreria adesso consta di un notevole numero di libri per bambini. Sul blog potete leggere le mie recensioni e tanti altri spunti sul mestiere di mamma.

Leave a Reply

Required fields are marked*