libro_antistress
Da 3 anni, Per educatori, Recensioni Libri, Riflessioni di mamma

Canta…anzi, no. COLORA che ti passa!
Come trovare tempo per te, insieme al bambino

 In questi quasi quattro anni di “mammitudine”, ho sentito spesso l’esigenza di ritagliare un po’ di tempo per me. Credo che sia un desiderio comune di tutte le mamme, dato che le nostre attenzioni fin dai primissimi giorni sono sempre rivolte esclusivamente al bambino.
Ma il pensare “fai qualcosa per te”, mi faceva solitamente venire in mente un caffè con le amiche, o una passeggiata rigenerante, o una lettura di un libro. Attività che se da una parte rigenerano il nostro tempo, ci fanno sempre anche sentire un po’ in colpa per aver  lasciato il bambino dai nonni o con la babysitter.
Non avrei mai pensato invece che trovare del tempo per sé potesse voler dire anche tornare un po’ bambini e fare una attività molto simile a quella che fanno i nostri figli.
Qualche tempo fa, una tata dell’asilo di mio figlio, mi aveva suggerito di utilizzare i mandala per aiutare il bambino ad imparare a stare su una attività per un po’ di tempo, cosa che sappiamo, ad una certa età è praticamente impossibile, specialmente nei terrible two.
Dopo quel consiglio ho proposto spesso questo genere di lavori (intesi come disegni astratti da colorare con tonalità diverse in ogni punto vuoto del disegno), e sempre con un discreto successo.
Esistono molti siti su cui si possono trovare i più diversi mandala da stampare e colorare, ma in questo how-to vi spiego anche come abbiamo trovato un modo divertente per costruirne di stranissimi insieme.
Insomma, qualche giorno fa ero a fare la spesa al supermercato e non ho potuto evitare di passare a dare uno sguardo al reparto libri e subito, quasi come se fossero loro a cercarmi e non il viceversa, sono stata attratta da una serie di copertine molto affascinanti, bellissime e strane allo stesso tempo e con una parola nel titolo particolarmente attraente: ANTISTRESS
Mi sono soffermata e ho inziato a sfogliarli.
Uno per uno.
Si trattava di una raccolta di tavole di mandala, disegni in bianco e nero da colorare, ognuno con un tema particolare, il mare, la terra, la fantasia…
L’imbarazzo della scelta era altissimo. Ero attratta da tutti quanti, fino a quando ne ho scelto uno.:

“Libri antistress da colorare. Viaggi incantevoli” edito da Newton Compton Editore con i disegni di Christina Rose, una illustratrice inglese che ha iniziato a produrre libri di questo genere dal 2014 e che in pochissimo tempo ha visto diventare i suoi “scarabocchi” dei best seller nel Regno Unito.

Ho sentito subito che questo libro era per me, per usarlo come antistress, come dice il titolo.
Ho appena iniziato, il tempo da dedicare a me stessa è davvero poco, ma posso dire che questa attività è veramente rilassante. Inoltre una volta che si è spiegato al bambino che questo disegno è di mamma, si può coinvolgerlo chiedendogli di aiutarci nella scelta dei colori da utilizzare, oppure fornendogli un disegno simile (magari un po’ più semplice) e proponendogli di disegnare con mamma.
E funziona.
Funziona davvero.
E’ una attività divertente e rilassante allo stesso tempo ed è anche un modo per fare qualcosa per te mamma, senza però allontanarti dal tuo piccolo.
Nella foto, la copertina del libro che ho scelto.
Di seguito invece una pagina che orgogliosamente mostra un pezzo del mio lavoro.
Perchè non provate anche voi?
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

About Author

Federica

Sono Federica e nel blog mi occupo di tematiche per bambini, ma soprattutto propongo modalità di interazione con i più piccoli attraverso la lettura.
Amo i libri e tutti i mondi lì racchiusi. Dentro le loro pagine trovo soluzioni e idee quasi per tutto.
Co-fondatrice e coordinatrice di un book club (https://www.facebook.com/illumilibro/) che si riunisce da ben 9 anni, sono mamma di un bambino di 5 anni e uno di poco più di un anno.
La mia libreria adesso consta di un notevole numero di libri per bambini. Sul blog potete leggere le mie recensioni e tanti altri spunti sul mestiere di mamma.

Leave a Reply

Required fields are marked*